Vivacemente insieme

Vivacemente insieme

lunedì 2 novembre 2015

Giornata dei diritti dei bambini

Si avvicina la Giornata dei Diritti dei Bambini che sarà il 20 novembre.

Disegni di Vince Ricotta
La Dichiarazione di Ginevra dei diritti del fanciullo è un documento stilato nel lontano 1924 dalla Società delle Nazioni Unite, dopo le deleterie conseguenze sui bambini a seguito della Prima guerra mondiale.


Per redigerlo si fece riferimento al Children’s Charter scritto nel 1922 dal Save the Children Found, cioè l’Unione Internazionale per il Soccorso all’Infanzia, fondata nel 1920, da una dama della Croce Rossa, Eglantyne Jebb.
Successivamente, con l’istituzione dell’ONU, la dichiarazione è stata approvata nel 1959 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e revisionata nel 1989, facendo seguire ad essa la Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

Questo documento, in realtà, non è vincolante per i singoli Stati, ciò significa che non ha valore giuridico, ma impegna i paesi membri solo da un punto di vista morale.

In sintesi il documento dichiara che:
· Il bambino deve essere messo in grado di svilupparsi normalmente, materialmente e spiritualmente.
· Il bambino che ha fame deve essere nutrito; il bambino malato deve essere curato; il bambino tardivo deve essere stimolato; il fanciullo fuorviato deve essere recuperato; l’orfano e l’abbandonato devono essere raccolti e soccorsi.
· Il bambino deve essere il primo a ricevere soccorso in caso di necessità.
· Il bambino deve essere messo in grado di vivere la sua vita futura in autonomia e deve essere protetto da ogni sfruttamento.
· Il bambino deve essere allevato nel sentimento che le sue migliori qualità dovranno essere anche di sostegno ai suoi fratelli.
· Il bambino ha diritto a un’istruzione.

Nessun commento:

Posta un commento