lunedì 25 maggio 2015

Giochi e divertimenti all'aria aperta

Per una giornata all’aperto il gioco più bello è proprio quello di osservare e capire quello che ci circonda senza tante regole e imposizioni. Si può lasciare libero il bambino di provare esperienze con tutti i suoi sensi, finalmente può toccare e accarezzare l’erba morbida, odorare il muschio o il legno umido, guardare il lavoro delle formiche intorno al loro formicaio, sentire il canto degli uccellini che si rispondono. 
Tutto ciò che incontra e prova non può che essere di stimolo alla sua immaginazione, grandi avventure vengono vissute semplicemente ascoltando un albero che si muove al vento o osservando un insetto che si appoggia su un fiore.

Qualche semplice gioco può aiutare, tuttavia, il coinvolgimento anche dei più piccoli, divertire e permettere di sperimentare meglio quanto visto.

Indovina che cos’è
Dopo aver raccolto ciò che si è trovato di particolare nel percorso per raggiungere il luogo di sosta, piccole pigne, bacche, foglie secche, rametti ecc. si vuota una borsa e si mettono tutti questi oggetti dentro insieme a due o tre oggetti di uso domestico (una biro, una chiave, un tappo di bottiglia….) e infilando solo la mano nel sacchetto si deve indovinare cosa si e’ pescato prima di vederlo.

Se siete dei genitori che hanno il tempo per portare i bambini ai giardinetti, potete organizzarvi per rendere questi momenti più piacevoli per tutti. Prima di tutto bisogna avere qualche accorgimento nella scelta del giardino. 
L’ideale è uno spazio all’aperto con qualche separazione per i giochi per i più piccoli, dove i grandi non possono andare in bici né giocare a palla. In questo spazio si possono lasciare i bimbi liberi di muoversi e di fare i primi esperimenti. Si possono portare piccoli contenitori o secchielli, cucchiai di plastica e palette. Se usate materiale di riciclo tipo contenitori del gelato o del budino, bottigliette dello yogurt e del succo è meglio perché alla fine del pomeriggio non si riesce mai a recuperare tutti i pezzi!
Potete anche facilitare il vostro compito di genitore che lavora lasciando sempre in auto uno zainetto con tutto l’occorrente per i giardini: salviette, bottiglietta d’acqua, palla piccola e giochi vari adatti all’età. 
Portatevi anche un piccolo “Pronto soccorso” con salviette disinfettanti, cerotti, crema in caso di punture d’insetti, pinzette e forbicine. Molto spesso si rivelerà utile per affrontare piccoli inconvenienti che altrimenti potrebbero rovinare la serenità della giornata!
Se i bambini sono abbastanza grandi si possono anche proporre dei giochi di gruppo da fare con gli amici o con i bambini che si incontrano ai giardini.

Sotto i ponti
Tutti i bambini sono in piedi disposti in cerchio con le gambe divaricate, si passano una palla facendola scivolare sul terreno senza farla uscire dal cerchio. Quando il pallone esce attraverso le gambe di un bambino (rotolando via sotto il ponte) questo viene eliminato fino al prossimo giro in cui tutti riprendono il gioco.

Mare e Terra
1. Si formano due squadre aventi lo stesso numero di bambini; una schiera si chiama mare e l’altra Terra.
2. Si traccia per terra una linea di partenza al centro e due linee di arrivo, una da una parte e una dall’altra rispetto alla linea di partenza.
3. All’inizio del gioco le due schiere stanno una di fronte all’altra, e tutti i bambini hanno un piede sulla linea centrale.
4. Quando il giudice di gara dice: Terra! 
la Terra si gira per scappare e il mare la insegue.
5. Quando il giudice dice: mare! è il mare che si gira per scappare e la Terra insegue.
6. Nell’inseguimento si deve cercare di toccare i bambini della squadra avversaria. Ci si salva solo se si giunge alla linea di arrivo senza essere presi.
7. Perde la squadra che rimane senza giocatori.

Potete anche organizzare una gita ad un Parco Naturale o un Parco Tematico, non trascurate di chiedere informazioni e una presentazione all’Ente di Gestione del Parco così darete informazioni sulle piante  e gli animali che vedranno i bambini. Questo vi permetterà di arricchire la vostra conoscenza e soddisfare la loro curiosità. Molti parchi hanno al loro interno un Ecomuseo, una struttura creata per valorizzare e prendersi cura del territorio cui appartiene. Il sito www.ecomusei.net  vi permette di trovare tutti i dettagli e i programmi didattici divisi per regione.
I Parchi Tematici o di divertimento sono più ludici e arricchiscono di esperienze piacevoli tutta la famiglia. Affrontando insieme giochi avventurosi e discese mozzafiato si instaura un legame particolare e la giornata verrà ricordata da tutti come veramente speciale!

Nessun commento:

Posta un commento