Vivacemente insieme

Vivacemente insieme

martedì 26 aprile 2016

Filastrocca sul rispetto per l'ambiente e le sue risorse

Filastrocca per l’ambiente
tutti dobbiamo tenere a mente
che non si può stare a far niente
perché non sarebbe affatto prudente.

È importante differenziare
fare attenzione a non inquinare
e ricordarsi di riciclare
affinché la natura si possa salvare.

Anche il sole sarà più contento
e soffierà più felice anche il vento
per produrre energia pulita
e migliorare la qualità della vita.

© Vivacemente

Ecopoesia spiegata ai bambini

L'Ecopoesia è un genere particolare di poesia che si è sviluppato a partire dagli anni '80 nell'ambito di un movimento poetico ispirato alle tematiche ecologiche affrontate dall'Ecopsicologia (filone di studi nato dall'incontro dell'ecologia con la psicologia).
Il tema centrale dell'Ecopoesia è l'Ambiente e la sua salvaguardia.
L'Ecopoeta non si accontenta di cantare la bellezza della natura, ma urla i mali che la sconvolgono affinché chi ascolta diventi consapevole al fine di ritrovare l'interconnessione con Madre Terra.
L'Ecopoeta è dunque portavoce di un grido di allarme che esprime l'emergenza ambientale e promuove un nuovo rapporto con la Natura passando dalla visione antropocentrica (l'uomo al centro) a quella biocentrica (rapporto paritario e non di sfruttamento esasperato nei confronti di fauna e flora).

Amo questo pianeta
e sprecare mi inquieta.
Le risorse alternative
son più sane e creative.
Ho imparato a riciclare
e mi do un gran da fare.
Salviamo la Terra
evitiamo l'effetto serra.
Impariamo a riciclare
e ne avremo da guadagnare.

© Vivacemente

domenica 24 aprile 2016

Poesia per la mamma


LA MAMMA (Roberto Piumini)

Due braccia che m'abbracciano, 
due labbra che mi baciano, 
due occhi che mi guardano, 
e mani che accarezzano 
e sento un buon odore
e sento un bel sapore: 
la mamma è questo per me
e molto altro ancora: 
la mamma è una dolcissima signora.

Cuori all'uncinetto facili da realizzare

Ecco dei cuori all'uncinetto facili da realizzare.
Un'idea per la festa della mamma.



giovedì 21 aprile 2016

È festa: auguri Madre Terra

22 aprile festa della Terra: tanti auguri!
Teniamo a mente questa data. È l'occasione per parlare e confrontarsi.
È l'occasione per infondere nei bambini l'amore per la Terra e  per guidarli verso la "cittadinanza terrestre consapevole".

mercoledì 20 aprile 2016

Divenire terrestri consapevoli

Ognuno di noi senza relazioni non soltanto è solo, ma non è nessuno se non è inserito in un contesto relazionale. 
Ognuno di noi è quello che è perché fa parte integrante di un contesto molto più ampio e si inserisce in esso con la propria identità e unicità. Maturare relazioni sane, nelle quali la gratitudine e il rispetto rivestono un ruolo fondamentale, si rivela imprescindibile per vivere in armonia con se stessi e con il mondo circostante. 
L’Ecopsicologia ci vuole far capire quanto questi concetti siano importanti; solo quando avremo capito come collocarci e relazionarci con il tutt’uno che ci circonda supereremo in nostro disagio, raggiungendo la pace e l’armonia. 

Raggiungere un livello più alto della nostra identità, significa maturare ciò che il sociologo francese Edgar Morin ha definito “coscienza planetaria”

A partire dalla strutturazione della coscienza planetaria, potremo avviare una relazione più autentica con l’alterità intera del pianeta, per diventare terrestri consapevoli e co-produttivi.

«L'ecopsicologia, oggi, si rivolge a tutti i terrestri consapevoli, 
ai singoli individui che riconoscono l'importanza di "non arrendersi all'evitabile" 
e di dare ognuno il suo contributo in un contesto che ci richiede con urgenza 
di svegliarci una percezione di più ampio respiro nei confronti del mondo di cui siamo parte».
Marcella Danon, Ecopsicologia, Urra-Feltrinelli

Ristabilire il contatto con la Terra con l'aiuto dell'Ecopsicologia

Il giorno della festa della Terra rappresenta un momento di riflessione per ripensare al nostro rapporto col mondo circostante. Aiutiamo i bambini a osservare la Terra in un ottica di rispetto e gratitudine, insegniamo loro ad amarla e proteggerla.
In questo percorso di consapevolezza e crescita interiore ci può dare una mano l'Ecopsicologia. Vediamo di che cosa si tratta.

Che cos'è l'Ecopsicologia?
L’Ecopsicologia rappresenta l’incontro tra l’ecologia e la psicologia. Queste due scienze si incontrano per far fronte a un disagio. Per sopperire al vuoto che l’essere umano avverte dopo aver perso il contatto e la connessione con la Madre Terra. Rinchiudendoci sempre più in noi stessi e cercando di risolvere solo i nostri conflitti interiori, senza peraltro preoccuparci del mondo che ci circonda fatto di fauna e flora in una magnifica biodiversità, alla fine ci sentiamo sempre più vuoti e insignificanti, destabilizzati e angosciati.

martedì 19 aprile 2016

Amare la Terra e rispettarla, 22 aprile festa della Terra

Illustrazione di Pucci Violi

Spiegare ai bambini come proteggere la Terra

Vivacemente si impegna per diffondere la cultura della sostenibilità ambientale, per far comprendere l’importanza di orientare ogni attività umana al rispetto delle generazioni future, affinché la Terra non venga contaminata e non vengano esaurite le risorse che sono un bene per tutti e non vanno sprecate, specie quelle non rinnovabili. 

Al fine di proteggere la Terra e minimizzare l'impatto ambientale, esistono anche soluzioni molto particolari messe a punto dalla creatività di alcuni progettisti davvero estrosi.
Ecco un esempio.
Alcuni architetti tailandesi hanno proposto le case ecologiche “eco houses” che si autosostentano grazie all’utilizzo dei rifiuti di edifici circostanti e non occupano nuovi spazi. Invece di costruire nuove strutture nel già iperdensificato paesaggio urbano di Bangkok, i progettisti hanno proposto di attaccare piccole unità abitative agli edifici esistenti, come un favo si attacca a un albero. 
Così come gli animali parassiti sopravvivono grazie all’organismo che li ospita, allo stesso modo questo tipo di appartamenti utilizzano i rifiuti prodotti dall’edificio a cui si attaccano per produrre l’energia necessaria al proprio funzionamento.