martedì 24 gennaio 2017

Che differenza c'è tra i termini Olocausto e Shoah?

Il Giorno della Memoria è stato così designato dalla risoluzione dell'Assemblea Generale dell’ONU n. 60/7 nel giorno 1 novembre 2005.

Il Giorno della Memoria celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 per opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa. Il 27 gennaio è così divenuto il ”Giorno della Memoria” ed è dedicato a riflettere ricordando “ciò che fu” e che “mai più” dovrà accadere.

Con il termine Olocausto si vuole indicare lo sterminio degli ebrei d’Europa.

Si scelse associare allo sterminio il termine Olocausto perché – estratto dal greco e poi di derivazione latina – traduce un termine biblico legato ai sacrifici di animali uccisi e bruciati sull'altare del tempio. Tuttavia, la scelta di questa associazione non è stata ritenuta adatta. Infatti, la lingua greca traduce il sacrificio ebraico detto ‘olah, (vale a dire innalzamento). L’olocausto si riferiva a un animale, che una volta ucciso, veniva bruciato sopra un altare, affinché il fumo giungesse al Signore.

Diverso è il termine Shoah il quale, nel lessico biblico, assume un significato legato soprattutto all’idea di distruzione. Il termine utilizzato per descrivere lo sterminio degli ebrei d’Europa si è mantenuto, tuttavia, nella lingua inglese (Holocaust). Ma è inammissibile accettare l’idea che quello del popolo ebraico sia considerato un sacrificio. Piuttosto fu il frutto dell’odio e della follia dell’uomo verso un popolo, fino ad arrivare a commettere un crimine contro l’umanità.

Gli ebrei non accettano l'uso del termine Olocausto, per definire lo sterminio, perché il termine di per sé ha un significato religioso positivo, quindi preferiscono usare Shoah che indica qualcosa di negativo che si abbatte come una tempesta, un uragano.

LESSICO
Il termine Olocausto deriva dal greco e letteralmente indica i sacrifici fatti dagli ebrei nel tempio, con animali bruciati, poi è stato usato anche per il massacro della seconda guerra mondiale.

Il termine Shoah in lingua ebraica significa "distruzione" o "calamità" con il senso di una terribile sciagura improvvisa, inaspettata.

Nessun commento:

Posta un commento