venerdì 28 febbraio 2020

Impatto zero per salvare la Terra

Impatto zero indica la capacità di interagire con l'ambiente attraverso le nostre azioni di vita quotidiana, in maniera consapevole, con impatto sull'ambiente tale da non contaminarlo con i rifiuti e da non depredarlo delle sue risorse non rinnovabili (combustibili fossili).
È possibile mettere in pratica questa linea di comportamento etico usando sapientemente le risorse rinnovabili (sole, vento, energia geotermica).
Ci sono poi risorse che si rinnovano ma per le quali occorre un certo lasso di tempo, quindi in questo caso è bene utilizzarle con parsimonia e buon senso come per esempio il legno.
Il tempo di rinnovamento di un bosco è valutato intorno ai 30/90 anni (questo dato è molto variabile in relazione al tipo di vegetazione).

sabato 15 febbraio 2020

Maschere tradizionali di carnevale

Imparare a riconoscere le maschere di carnevale insieme ai bambini.
Scheda di comprensione del testo.

Filastrocca di carnevale

Gianduia
Carnevale in filastrocca,
con la maschera sulla bocca,
con la maschera sugli occhi,
con le toppe sui ginocchi:
sono le toppe d’Arlecchino,
vestito di carta, poverino.
Pulcinella è grosso e bianco,
e Pierrot fa il saltimbanco.
Pantalon dei Bisognosi
“Colombina,” dice, “mi sposi?”
Gianduia lecca un cioccolatino
e non ne da niente a Meneghino,
mentre Gioppino col suo randello
mena botte a Stenterello.
Per fortuna il dottor Balanzone
gli fa una bella medicazione,
poi lo consola: “È Carnevale,
e ogni scherzo per oggi vale.”

Gianni Rodari

Elenco delle maschere di carnevale

Ecco le più note maschere italiane, con indicazione della regione di provenienza
Pantalone


Arlecchino, Brighella – Bergamo

Balanzone – Bologna

Capitan Spaventa – Genova

Colombina, Pantalone – Venezia

Gianduia, Giacometta – Torino

Meneghino – Milano

Peppe Nappa – Sicilia

Pulcinella, Scaramuccia, Tartaglia – Napoli

Rugantino – Roma

Stenterello – Firenze