giovedì 30 aprile 2020

Le zoonosi e gli ecosistemi, spiegati in parole semplici

Ecco una scheda che, con immagini esemplificative e parole semplici, spiega un concetto chiave di grande attualità:
rispettando gli ecosistemi, possiamo stare al sicuro e ogni essere vivente potrà continuare la propria esistenza ed evoluzione sul pianeta, senza correre rischi.

Deforestazione e traffico di specie animali

Oltre alla deforestazione, anche il traffico di specie e la vendita di animali, in particolar modo quelli in mercati con scarsa igiene, sono attività che mettono a rischio la salute di tutti perché a causa della promiscuità tra animali e uomo, può avvenire il salto di specie che scatena un'epidemia che si trasformare rapidamente in pandemia, come nel caso del Covid-19.
Il WWF ha lanciato una campagna affinché i wet-market asiatici vengano aboliti, tra questi il famigerato mercato di Wuhan in Cina. Il commercio di animali selvatici è la seconda più grande minaccia verso la ricchezza della vita e della biodiversità. 
La prima è la distruzione degli habitat ed ecosistemi, come è stato ampiamento descritto in altri post.
La Sars arrivò agli umani con lo zibetto di palma, la Mers con il cammello, Ebola con il  gorilla e il scimpanzé, Hendra con il cavallo, Nipah attraverso il pipistrello (primo serbatoio) e poi il maiale (serbatoio di amplificazione).
Per quanto riguarda il Covid-19 l'ipotesi più accreditata al momento è che il serbatoio di questo coronavirus sia stato il pipistrello
I pipistrelli sono tra i più grandi serbatoi di virus che troviamo in natura; essi hanno una più lunga storia evoluzionistica alle spalle, durante la quale hanno potuto mettere a punto un sistema immunitario efficientissimo, molto più di quello di noi sapiens.

mercoledì 29 aprile 2020

Il coronavirus da un punto di vista evoluzionistico

I virus non sono cattivi, o meglio, non avendo un cervello pensante, non è che decidano di aggredirci perché ci detestano. Semplicemente, rispondono in maniera compulsiva a un istinto primordiale darwiniano che è quello di espandersi e replicarsi quanto più riescono a farlo.
Sta alla nostra intelligenza (visto che noi ne siamo dotati) comprendere quali sono i comportamenti per evitare che i virus diventino aggressivi e deleteri nei nostri confronti.
Ascoltiamo questo interessante intervento dello scienziato evoluzionista Telmo Pievani.

Perché i bambini sono più forti di fronte al nuovo coronavirus?

Il SARS-CoV-2 è uno dei sette coronavirus che possono infettare l'uomo. Anche due degli altri virus (responsabili di SARS e MERS) possono scatenare gravi problemi. Gli altri, invece,  sono relativamente benigni e nella gran parte dei casi causano solo un semplice raffreddore.
Kanta Subbarao, pediatra e virologa di Melbourne, specializzata in malattie infettive presso il Peter Doherty Institute for Infection and Immunity,  ipotizza che una precedente esposizione a coronavirus più lievi possa avere un ruolo importante per sviluppare un sistema immunitario forte e in grado di essere efficace nei confronti del COVID-19. A scuola, i bambini hanno l'occasione per generare costantemente anticorpi contro questi virus più innocui, e quegli anticorpi probabilmente si rivelano utili per combattere anche il nuovo coronavirus.

Le malattie infettive scatenano una vera e propria guerra biologica nell’organismo tra gli agenti patogeni e un esercito di molecole immunitarie. Questa guerra può dare origine a tre situazioni differenti.
1. Il sistema immunitario elimina gli agenti patogeni senza causare danni e compromissioni nei confronti delle cellule sane. Questo avviene quando il sistema immunitario riesce a funzionare al meglio perché le condizioni di salute sono buone.
2. Con l'avanzare dell'età e il subentrare di alcune patologie, il sistema immunitario potrebbe essere debilitato e non in grado di reagire con una  risposta abbastanza efficace, lasciando così il campo libero agli agenti patogeni che continuano liberamente a replicarsi, vincendo la guerra. 
3. Nella terza eventualità, una reazione immunitaria troppo reattiva potrebbe causare seri danni, andando a colpire, oltre agli agenti patogeni, anche le cellule del proprio corpo. Questo è ciò che si verifica quando il sistema immunitario va in tilt e dà una risposta autoimmune (contro se stesso).

martedì 28 aprile 2020

La diffusione dei virus spiegata ai bambini

Ho preparato una scheda dove ho sintetizzato le tre fasi che aiutano a comprendere come i virus (rimasti tranquilli nel loro habitat per molto tempo) possano giungere  fino a noi, generando epidemie e pandemie.
Pensate a un pipistrello che viveva tranquillo tra gli alberi di una foresta. Quando la sua foresta viene distrutta sarà costretto a cercarsi un'altra casa, cercherà altri alberi ai margini di una foresta diradata e vicina alle attività dell'uomo. 

Come spiegare ai bambini la diffusione dei virus

In questo articolo, cerchiamo di capire perché si sviluppano nuove malattie che sono così dannose per l'uomo. Cerco di sintetizzare, in modo che possiate spiegarlo con facilità anche ai bambini della scuola primaria.
Innanzitutto, dobbiamo precisare che queste malattie infettive vengono chiamate zoonosi.
Con il termine zoonosi si intende una malattia che si trasmette dagli animali all'uomo.

Ma come si verifica una zoonosi?
Una zoonosi si verfifica attraverso uno spillover, ossia il salto di specie.

E questo spillover come avviene?
Troppa vicinanza tra l’uomo e gli animali selvatici, fa sì che possa verificarsi il fatidico "spillover". 

E perché adesso avvengono frequantemente questi salti di specie, mettendo a rischio la nostra salute?
Tutto questo avviene per i seguenti motivi, che si generano attraverso tre passaggi. Analizziamoli insieme. 

1.    Attività umane troppo spinte.
    La deforestazione, la costruzione di grandi strade, l’aumento smisurato di allevamenti e terreni agricoli, lo sfruttamento delle risorse non rinnovabili, l’eccessiva produzione di rifiuti, l’inquinamento, sono le cause che hanno indotto la rottura degli equilibri degli ecosistemi.

2.    Tecnologia e globalizzazione.
    Oggi siamo 7 miliardi e abbiamo per le mani un altissimo livello di tecnologia che ci permette di fare cose impensabili, fino a un paio di decenni fa.
    Per questo, il nostro impatto ambientale è diventato globale e insostenibile. Immense produzioni e immensi spostamenti di merci.

3.    Perdita di fauna e flora.
    Laddove si abbattono gli alberi e si uccide la fauna, i microrganismi del posto iniziano a volare in giro come polvere che si alza dalle macerie.
    Un parassita, disturbato nella sua quotidianità e allontanato dal suo ospite abituale, ha due possibilità: trovare rifugio in un nuovo ospite tentando il salto di specie (spillover) oppure estinguersi. Ma come tutti gli esseri viventi, che hanno un irresistibile slancio verso la vita, farà di tutto per trovare una nuova casa. Dunque, non ce l’hanno con noi, siamo noi che siamo diventati tanti, ci sentiamo i padroni dell’universo e agiamo senza pensare alle conseguenze.
    Forse sottovalutiamo il fatto che un batterio o un virus, che prima
viveva tranquillo dentro un pipistrello, in pacifica simbiosi, quando compie un salto di specie all’interno di una scimmia, o di un essere umano, possa divenire molto pericoloso.

Bibliografia: Spillover, David Quamman, Adelphi

domenica 26 aprile 2020

Educazione musicale nella scuola primaria

Nella scuola primaria è importante avvicinare i bambini alla musica.
Il nome degli strumenti musicali, il nome delle note, e giochi con gli strumenti più semplici (triangolo, xilofono, ecc.) possono essere i primi passi.

sabato 25 aprile 2020

Le emozioni che non sapevi di provare

Questa scheda la dedico agli adulti (insegnanti, genitori, amanti dell'introspezione).
Vi riporto sei emozioni, di cui probabilmente non siete a conoscenza, ma che in qualche modo vi sarà capitato di provare.
Provate a pensare se, in questi giorni di distanziamento sociale, avete provato queste emozioni e con quale intensità. 
Qual è stata l'emozione prevalente in questo periodo, foriero di alti e bassi, angosce e speranze?
Dare un nome a ogni emozione, ci aiuta a comprenderle meglio, a capire il nostro modo di lasciar fluire la parte emotiva e di relazionarci con gli altri.
Provate a parlarne anche con i vostri bambini, chiedendo di spiegare i loro stati d'animo e invitandoli a trovare un nome alle loro sensazioni. Riuscirete a trovare le parole giuste in relazione alla loro età.
L'italiano è una lingua ricca, tuttavia ha un vocabolario emotivo piuttosto scarno.
Per definire molte emozioni profonde, c'è bisogno di argomentare, non basta una parola.
Probabilmente, se ci fosse una definizione precisa correlata a un certo stato d'animo, affronteremmo il nostro disagio con maggiore consapevolezza.
In altre culture molte emozioni, seppur particolari e infrequenti, hanno un nome ben preciso.
Alcune le ho volute riportare in questa scheda, perché mi sembrano emozioni attuali in questo momento di crisi sanitaria, economica e sociale.
Per chi è interessato ad approfondimenti, sono tratte da:
Atlante delle emozioni umane, Tiffany Watt Smith, Utet 
 

I batteri e il loro habitat

giovedì 23 aprile 2020

Un libro per volare - filastrocca

Nella giornata dedicata al libro, una filastrocca dedicata ai bambini che amano i libri.

Cruciverba illustrato - mezzi di trasporto

Ecco un cruciverba illustrato, per imparare con facilità i nomi dei mezzi di trasporto. Nella scheda successiva trovate anche le soluzioni, per accontentare coloro che me le hanno hanno chieste.

mercoledì 22 aprile 2020

Cruciverba sillabico per bambini dagli 8 agli 11 anni

Amare e vivere in sintonia con la natura

In queste due schede troverete la storia del bambino che parlava con le piante.
Un bambino che, essendo nato in mezzo alla natura, aveva imparato a comunicare e a sentirsi parte integrante di essa.
Questo bimbo, affettuoso e sensibile, si chiamava Olmo.

Ecologia e ambiente, salviamo la Terra

Ecologia e ambiente, parliamone con i bambini.
I bambini ci sanno ascoltare se riusciamo a risvegliare in loro il giusto interesse. Spieghiamo le cose con parole chiare, illustrazioni accattivanti e significative. Parliamo con il cuore, loro impareranno ad amare il pianeta come la loro casa.
Rendiamoli messaggeri di un concetto importante: è giunta l'ora di voltare pagina! Bisogna maturare la giusta sensibilità per avere un futuro migliore, all'insegna della salute di tutti gli ecosistemi affinché possano coesistere in armonia!
È importante ricordarsene, non soltanto il 22 aprile (giorno della festa della Terra), ma tutti i giorni dell'anno.

martedì 21 aprile 2020

Rebus per bimbi della scuola primaria


Cruciverba sillabico per bambini scuola primaria

Ecco un cruciverba sillabico illustrato, adatto ai bambini della scuola primaria.

Spiegare il concetto di speciale diversità ai bambini

Ecco una bella lettura tratta da "Uno, nessuno, centomila" per introdurre il concetto di speciale diversità. Attraverso Pirandello potrete spiegare ai bambini con facilità come ognuno di noi abbia caratteristiche uniche. In pratica, siamo tutti uguali nell'essere diversi e unici. Irripetibili e speciali.

Letture di scrittori famosi, adatte ai bambini

Ecco uno stralcio tratto dalla "Metamorfosi" di Kakfa.
Per presentare i grandi scrittori ai bambini, è utile estrapolare brevi stralci facilmente comprensibili e accompagnarli con divertenti illustrazioni che rendono più accattivante e facilmente interpretabile la lettura.

sabato 18 aprile 2020

Fare ginnastica insieme ai bambini

Ecco una buona proposta di allenamento per mantenere in forma tutta la famiglia.


Ginnastica a casa per bambini dai 6 ai 12 anni

In queste lunghe settimane a casa, è importante trovare un po' di spazio per tenersi in allenamento fisico. Queste attività sono rigeneranti non solo sul piano fisico, ma agiscono positivamente anche sulla mente. Quindi, allenatevi e divertitevi!

Come costruire il bastone della pioggia

In queste due schede troverete la rappresentazione di tutte le fasi per realizzare il bastone della pioggia. È uno strumento sonoro che genera il rumore della pioggia. Se ben realizzato, il suono che produce è molto suggestivo. Lo potrete costruire con semplici elementi di recupero, insieme ai vostri bambini. Poi chiudete gli occhi e godetevi il rilassante suono della pioggia.

venerdì 17 aprile 2020

Rilassiamoci con Mozart, insieme ai bambini

Mozart non ha fatto in tempo a invecchiare. È morto a soli 35 anni, stroncato da una malattia misteriosa, forse un avvelenamento da metalli oppure una nefrite portata dal batterio dello streptococco, o chissà quale altro... Ancora oggi non si hanno certezza sulle cause della sua morte.
Nei ritratti il suo volto è per lo più quello di un bambino o di un giovane con la parrucca. La sua musica mantiene ancora oggi intatta la sua freschezza. Come si fa a non amare la musica di Mozart?
Le sue opere sono così tanto amate perché riescono a trasmettere un grande senso di pace e tranquillità. Neurologi e psichiatri consigliano la musica di Mozart per indurre il rilassamento e ridurre lo stress.
Ogni sua opera emana un piacevole senso di scorrevolezza, un fluire che ci trasporta su un piano più elevato, che ci aiuta a staccarci dagli eventi difficili come quelli che caratterizzano i nostri giorni.
Ascolta il brano: Rondo alla Turca

Illustrazione di Chiara Gobbo

Come spiegare il sistema respiratorio ai bambini

Vi propongo due schede per spiegare ai bambini il sistema respiratorio, illustrando tutti i suoi organi e le relative funzioni. Mantenere in salute i polmoni, evitando per quanto possibile l'inquinamento e il fumo passivo (oltre che quello attivo naturalmente), condurre uno stile di vita sano, sono azioni fondamentali per l'apparato respiratorio e per la nostra salute in generale.

La fotosintesi clorofilliana spiegata in parole semplici

Ecco una scheda per spiegare, in parole semplici ai bambini, come funziona la fontosintesi clorofilliana e perché questo processo è di vitale importanza per tutti noi.


sabato 11 aprile 2020

La maestra Danila ci propone un lavoretto molto originale che ci farà sognare

La maestra Danila ci propone un lavoretto di Pasqua che ci scalderà il cuore.
Proviamo a realizzare, insieme a lei, le uova dei desideri.

La maestra Clara ci legge la storia della Luna

Per ascoltare la storia vai al link

Nomi alterati e falsi alterati spiegati ai bambini

Questa è la pagina 11 del giornalino VivacementeDue che molti di voi avranno già ricevuto in versione PDF. Poiché quella pagina, nella prima versione che è stata diffusa, ha un refuso, riportiamo qui la pagina corretta.

giovedì 9 aprile 2020

La casa è la nostra fortezza per proteggerci dal coronavirus

Proprio così bambini, dobbiamo pensare che la nostra casa è una vera e propria fortezza.
Dentro casa siamo al sicuro. Dobbiamo avere pazienza e aspettare...
Ce lo spiega la maestra Mariangela della scuola Santa Marta di Velletri. Ascoltiamola!

Realizzare un fondale marino con i pesciolini

Salve bambini,
vi propongo un semplice tutorial per realizzare un fondale marino con i pesciolini. Seguendo le istruzioni della maestra Valentina riuscirete a costruirlo con facilità.
Aggiungete poi un pizzico di fantasia, per personalizzarlo a modo vostro e buon divertimento.

Vai al video della maestra Valentina

Realizzare una casetta tridimensionale insieme ai bambini

Cari bambini,
se durante questi giorni di permanenza a casa, volete divertirvi realizzando una bellissima casetta tridimensionale, allora potete osservare con attenzione il video della maestra Valentina.
Troverete anche tutte le spiegazioni e i suggerimenti per trovare il materiale necessario.

Vai al video della maestra Valentina

Orologio analogico, ore, minuti, secondi

mercoledì 8 aprile 2020

Fare movimento stando a casa

1. Cerchiamo di fare attività fisica, anche mentre siamo chiusi in casa.
2. Prestiamo attenzione alla nostra alimentazione.
3. Non lasciamoci prendere dallo sconforto.
Questi sono tre atteggiamenti che ci aiutano a mantenerci più in forma, evitando un calo delle difese immunitarie.

Pensiamo al futuro, anche se non sappiamo dove volgere lo sguardo a causa delle difficoltà, delle incertezze e delle innumerevoli incognite che abbiamo davanti. Facciamoci vedere positivi e propositivi dai nostri bambini. Noi siamo la loro forza, e loro sono la nostra, in uno scambio reciproco continuo.

giovedì 2 aprile 2020

Interpretare le sfumature dello spettro autistico

Oggi, 2 aprile, è la giornata mondiale di consapevolezza sull'autismo.
Impegniamoci, per quello che possiamo, a sfidare l'isolamento dovuto a una forma di neurodiversità.
A chi desidera un approfondimento per comprendere meglio le tante sfumature dello spettro autistico, consiglio l'appassionante libro "Il bambino che parlava con la luce". L'autore è lo psicologo Maurizio Arduino che da oltre vent'anni lavora al fianco di bambini e famiglie con queste problematiche., in qualità di responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) di Mondovì, in provincia di Cuneo.
Il libro è una raccolta di quattro storie con bambini molto diversi fra loro, ma che hanno in comune le difficoltà di comunicazione  e di interazione sociale.
Questa lettura è molto arricchente per insegnanti e genitori che vogliano capire più a fondo i disturbi dei bambini che hanno evidenziato un neurosviluppo atipico con compromissione sociale.
Sarà molto utile imparare a interpretare i loro stati emotivi per alleviare il loro disagio e aiutarli nella crescita affinché possano trovare una strada per imparare, con i loro tempi, a interagire con il mondo.