giovedì 13 maggio 2021

Gli aggettivi numerali

Questa scheda sarà utile per studiare gli aggettivi numerali.
Inoltre sarà utile per rafforzare il concetto del tempo.

mercoledì 12 maggio 2021

martedì 11 maggio 2021

Lo script del ristorante, illustrato da Vince Ricotta

Il celebre script del ristorante, in questa scheda che vi propongo, è stato illustrato dal nostro vignettista Vince Ricotta. È importante sostenere i bambini nello spettro autistico, affinché siano facilitati nella comprensione delle regole sociali per maturare una buona intelligenza interpersonale, che consenta loro di interagire con competenza, raggiungendo un buon grado di autonomia.

La tavole illustrate con le storie sociali, che rappresentano sequenze di azioni, hanno proprio questo scopo.


Il celebre script del ristorante

È celebre lo script, elaborato da Schank, in cui l'autore esamina le fasi di una cena al ristorante, dal momento dell'accoglienza all'uscita dal locale. Ogni azione può presentare alcune varianti a seconda del tipo di ristorante e del luogo in cui si trova.

Roger Schank e il concetto di script

Il concetto di "script" è stato elaborato da Schank e Abelson nel 1977.
Per script si intende una struttura di memoria che si riferisce conoscenza stereotipica relativa a sequenze di azioni. Gli script si originano da un fenomeno sociale che ha lo scopo di condividere la conoscenza di azioni stereotipiche con altri esseri umani. 

Lo script viene sfruttato dalla mente per semplificare il ragionamento in tutte le situazioni analoghe. In ognuna di quelle situazioni la mente non ha bisogno di compiere i complessi ragionamenti logici che sarebbero teoricamente necessari, ma si limita semplicemente a eseguire lo script relativo.
Lo script contiene due tipi di conoscenza: una sequenza di azioni e un insieme di ruoli. Una volta riconosciuta una situazione e trovato lo script corrispondente, la sequenza di azioni ritrovate consente di comprendere il contesto e di compiere elaborazioni di tipo “anticipatorio” sugli eventi.

Gli script e i bambini nello spettro autistico

Nell'ambito della psicologia, lo script (che potremmo tradurre con la parola "copione" oppure "schema") indica la conoscenza che abbiamo di certi eventi che si ripetono più o meno con la stessa modalità.
Per esempio, un bambino che ha appreso lo script della festa di compleanno, sa che ci saranno degli invitati, una torta, la canzone "Tanti auguri a te" e poi verranno scartati i regali.
Gli script hanno un valore euristico, in quanto consentono di ridurre il carico cognitivo in caso di nuovi eventi che si ripresentano con determinate caratteristiche che li rendono assimilabili ad altri.

Senza le euristiche saremmo in difficoltà anche per attraversare la strada, invece sappiamo che dobbiamo sostare sul marciapiede e attendere, osservando bene la strada in entrambe le direzioni; sappiamo anche che la situazione è differente se all'incrocio c'è un semaforo oppure no.

Gli script sono strutture conoscitive che riflettono:

• da un lato delle sequenze preordinate di azioni che si svolgono in una determinata situazione (un classico è lo script del ristorante);
• dall’altro lato un insieme di regole sociali consentono di decidere qual è il comportamento più appropriato in una determinata situazione.
È soprattutto nella relazione interpersonale che gli script svolgono una funzione fondamentale nel favorire la continuità e la fluidità delle interazioni, tramite l’integrazione delle informazioni mancanti e la sintonia con le aspettative e la condotta altrui. 

Le regole sociali, che i bambini normotipici apprendono in maniera tacita e istintiva, ai bambini nello spettro autistico vanno spiegate in maniera dettagliata.
Tutto ciò che è emozionale ed istintivo nei bambini neurotipici, nei bambini neuroatipici non è istintivo e bisogna aggiungere un passaggio cognitivo nel quale ogni sequenza dello script va spiegata, o ancora meglio illustrata.
Da qui nasce l'importanza delle carte illustrate con le storie sociali che rappresentano le sequenze di azioni in diverse situazioni quotidiane.

mercoledì 5 maggio 2021

martedì 4 maggio 2021

Chi acquista il libro cartaceo deve comunicare l'indirizzo di spedizione

Una lettrice del Blog, di nome Ilaria (non dico il cognome per la privacy), ha acquistato il libro cartaceo sulle emozioni, ma si è dimenticata di inviarmi l'indirizzo di spedizione. 
Ilaria, ti ho inviato due e-mail ma evidentemente non le hai lette, spero che tu legga questo post al più presto! Attendo una tua mail.


Stimolare l'intenzione di comunicare

In questo video Monia Gabaldo e Gabriele vi daranno molti consigli utili su come agganciare l'attenzione di un bambino nello spettro autistico. Inoltre potrete comprendere in maniera chiara la differenza tra modalità verbale e vocale, per poter aiutare il bambino nella maniera più giusta.

sabato 1 maggio 2021

Come utilizzare la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa)

Con questo interessantissimo video, la dott.ssa Monia Gabaldo (pediatra e mamma di tre bambini con disturbo dello spettro autistico) vi spiegherà in maniera semplice e pratica come fare uso della CAA, per aiutare i bambini a comprendere e a farsi comprendere.