venerdì 16 luglio 2021

giovedì 15 luglio 2021

sabato 22 maggio 2021

Copertina di VivacementeDue - speciale giochi enigmistici

Stiamo completando la realizzazione dell'ultimo numero di VivacementeDue, prima della chiusura delle scuole. Questo numero è dedicato ai giochi enigmistici, ma potrete trovare anche letture e curiosità.
Ecco la copertina in anteprima.


lunedì 17 maggio 2021

Pirandello alla scuola primaria

Ecco una scheda per introdurre Pirandello ai bambini della scuola primaria. Questo grande autore offre spunti per parlare di grandi tematiche: l'identità, la falsità delle apparenze, la concezione relativistica della realtà, l'importanza della libertà, la ribellione alla realtà.

domenica 16 maggio 2021

Spiegare il concetto di speciale diversità ai bambini

Ecco una bella lettura tratta da "Uno, nessuno, centomila" per introdurre il concetto di speciale diversità. Attraverso Pirandello potrete spiegare ai bambini con facilità come ognuno di noi abbia caratteristiche uniche. In pratica, siamo tutti uguali nell'essere diversi e unici. Irripetibili e speciali.
Il protagonista di quest'opera di Pirandello si chiama Vitangelo Moscarda.
Vitangelo Moscarda è un antieroe del romanzo del Novecento, con tratti simili a Mattia Pascal. Infatti si mostra immaturo, infantile, vanesio e inconcludente. Dà molta importanza alla forma e gli basta maturare la consapevolezza di aver un piccolo difetto per farlo entrare in crisi.

giovedì 13 maggio 2021

Gli aggettivi numerali

Questa scheda sarà utile per studiare gli aggettivi numerali.
Inoltre sarà utile per rafforzare il concetto del tempo.

mercoledì 12 maggio 2021

martedì 11 maggio 2021

Lo script del ristorante, illustrato da Vince Ricotta

Il celebre script del ristorante, in questa scheda che vi propongo, è stato illustrato dal nostro vignettista Vince Ricotta. È importante sostenere i bambini nello spettro autistico, affinché siano facilitati nella comprensione delle regole sociali per maturare una buona intelligenza interpersonale, che consenta loro di interagire con competenza, raggiungendo un buon grado di autonomia.

La tavole illustrate con le storie sociali, che rappresentano sequenze di azioni, hanno proprio questo scopo.


Il celebre script del ristorante

È celebre lo script, elaborato da Schank, in cui l'autore esamina le fasi di una cena al ristorante, dal momento dell'accoglienza all'uscita dal locale. Ogni azione può presentare alcune varianti a seconda del tipo di ristorante e del luogo in cui si trova.

Roger Schank e il concetto di script

Il concetto di "script" è stato elaborato da Schank e Abelson nel 1977.
Per script si intende una struttura di memoria che si riferisce conoscenza stereotipica relativa a sequenze di azioni. Gli script si originano da un fenomeno sociale che ha lo scopo di condividere la conoscenza di azioni stereotipiche con altri esseri umani. 

Lo script viene sfruttato dalla mente per semplificare il ragionamento in tutte le situazioni analoghe. In ognuna di quelle situazioni la mente non ha bisogno di compiere i complessi ragionamenti logici che sarebbero teoricamente necessari, ma si limita semplicemente a eseguire lo script relativo.
Lo script contiene due tipi di conoscenza: una sequenza di azioni e un insieme di ruoli. Una volta riconosciuta una situazione e trovato lo script corrispondente, la sequenza di azioni ritrovate consente di comprendere il contesto e di compiere elaborazioni di tipo “anticipatorio” sugli eventi.

Gli script e i bambini nello spettro autistico

Nell'ambito della psicologia, lo script (che potremmo tradurre con la parola "copione" oppure "schema") indica la conoscenza che abbiamo di certi eventi che si ripetono più o meno con la stessa modalità.
Per esempio, un bambino che ha appreso lo script della festa di compleanno, sa che ci saranno degli invitati, una torta, la canzone "Tanti auguri a te" e poi verranno scartati i regali.
Gli script hanno un valore euristico, in quanto consentono di ridurre il carico cognitivo in caso di nuovi eventi che si ripresentano con determinate caratteristiche che li rendono assimilabili ad altri.

Senza le euristiche saremmo in difficoltà anche per attraversare la strada, invece sappiamo che dobbiamo sostare sul marciapiede e attendere, osservando bene la strada in entrambe le direzioni; sappiamo anche che la situazione è differente se all'incrocio c'è un semaforo oppure no.

Gli script sono strutture conoscitive che riflettono:

• da un lato delle sequenze preordinate di azioni che si svolgono in una determinata situazione (un classico è lo script del ristorante);
• dall’altro lato un insieme di regole sociali consentono di decidere qual è il comportamento più appropriato in una determinata situazione.
È soprattutto nella relazione interpersonale che gli script svolgono una funzione fondamentale nel favorire la continuità e la fluidità delle interazioni, tramite l’integrazione delle informazioni mancanti e la sintonia con le aspettative e la condotta altrui. 

Le regole sociali, che i bambini normotipici apprendono in maniera tacita e istintiva, ai bambini nello spettro autistico vanno spiegate in maniera dettagliata.
Tutto ciò che è emozionale ed istintivo nei bambini neurotipici, nei bambini neuroatipici non è istintivo e bisogna aggiungere un passaggio cognitivo nel quale ogni sequenza dello script va spiegata, o ancora meglio illustrata.
Da qui nasce l'importanza delle carte illustrate con le storie sociali che rappresentano le sequenze di azioni in diverse situazioni quotidiane.

mercoledì 5 maggio 2021

martedì 4 maggio 2021

Chi acquista il libro cartaceo deve comunicare l'indirizzo di spedizione

Una lettrice del Blog, di nome Ilaria (non dico il cognome per la privacy), ha acquistato il libro cartaceo sulle emozioni, ma si è dimenticata di inviarmi l'indirizzo di spedizione. 
Ilaria, ti ho inviato due e-mail ma evidentemente non le hai lette, spero che tu legga questo post al più presto! Attendo una tua mail.


Stimolare l'intenzione di comunicare

In questo video Monia Gabaldo e Gabriele vi daranno molti consigli utili su come agganciare l'attenzione di un bambino nello spettro autistico. Inoltre potrete comprendere in maniera chiara la differenza tra modalità verbale e vocale, per poter aiutare il bambino nella maniera più giusta.

sabato 1 maggio 2021

Come utilizzare la CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa)

Con questo interessantissimo video, la dott.ssa Monia Gabaldo (pediatra e mamma di tre bambini con disturbo dello spettro autistico) vi spiegherà in maniera semplice e pratica come fare uso della CAA, per aiutare i bambini a comprendere e a farsi comprendere.

Filastrocca per una mamma speciale

Mamma speciale
con te nulla è normale
tutto è più entusiasmante
tu sei dolce e accomodante.

Hai poteri straordinari
noi ne siamo i beneficiari.
Tante cose riesci a fare
io vorrei poterti aiutare,
ma sono ancora piccolino
un po' maldestro e birichino.
Però tutto il tuo amore
che straripa dal mio cuore.
Forza mamma, sei un campione
e lo dico con ammirazione.

© Vivacemente

Filastrocca per la festa della mamma

Sei una mamma sempre presente
molto dinamica ed efficiente.
Con te mi posso confidare
mi sai capire ed ascoltare.

Mamma, ma quando ti riposi?
Certo vorresti, ma quasi non osi...
C'è da fare questo e quello
com'è pesante il tuo fardello.

Scusa se non sempre ti do una mano
ma se me lo ricordi non sarà invano.
La tua dolcezza mi avvolge e mi rassicura
accanto a te, tutto è una bella avventura.

© Vivacemente
Illustrazione di Pucci Violi

Museo Nazionale del Cinema - Torino

 


SHERLOCK HOLMES:
dalle pagine allo schermo

WEBINAR

Giovedì 6 maggio 2021, ore 18.00 in streaming

Il Museo Nazionale del Cinema propone giovedì 6 maggio alle ore 18.00 in streaming Sherlock Holmes: dalle pagine allo schermo in collaborazione con l’associazione sherlockiana italiana Uno Studio in Holmes.

mercoledì 28 aprile 2021

Cruciverba dello sport

Disegni di Fulvia Foglizzo

Esprimere disagi e difficoltà

Ogni bambino deve acquisire una autonomia che gli consenta di esprimere i suoi disagi, segnalando ciò che gli arreca disturbo.

Esprimere bisogni e desideri

Il bambino con disturbo dello spettro autistico, con difficoltà verbali, deve essere messo nelle condizioni di acquisire una forma di comunicazione che gli consenta di esprimere i suoi bisogni e desideri.

Le parole: subito, mai, sempre - nella CAA

 Ecco come rappresentare i concetti: subito, mai, sempre, qui, ancora.

Le parole: alcuni, tanti, troppi - nella CAA

 

martedì 27 aprile 2021

Prima, adesso, dopo nella CAA

Ecco una scheda dove sono rappresentati graficamente concetti legati al tempo (ieri, oggi, domani). Quando vogliamo rappresentare un mese o una stagione in particolare, è sufficiente apporre una freccia su quella di nostro interesse.

Schede per la Comunicazione Aumentativa Alternativa

lunedì 26 aprile 2021

Simboli per facilitare la comunicazione in bambini nello spettro autistico

Ecco un'altra scheda con alcuni simboli per facilitare la comunicazione in bambini non verbali.

Scheda con i simboli per la CAA

Vi metto a disposizione alcune schede con i simboli maggiormente utilizzati, nell'ambito della CAA (comunicazione aumentativa alternativa). Ecco la prima scheda, ne seguiranno altre a breve.

lunedì 12 aprile 2021

Solidarietà ai maestri di ballo

In questa scheda si parla di una mamma, maestra di danza, che in tempi di lockdown ha perso il suo lavoro. È una scheda di comprensione del testo rivolta ai bambini della scuola primaria. Per imparare a comprendere in testo, si può utilizzare una storia qualsiasi, l'argomento non è importante, ma in questo delicato momento storico ritengo utile parlare dei problemi concreti. Anche i bambini possono capire e accogliere le problematicità, trovando la forza di aspettare tempi migliori per tutti.

venerdì 9 aprile 2021

Scoprire da adulti di essere nello spettro autistico

Questo video è una testimonianza meravigliosa e imperdibile. La pediatra genetista Monia Gabaldo e il marito Gabriele Selmo, raccontano la propria esperienza, la scoperta di essere nello spettro autistico insieme ai loro tre bambini Derek, Liam e Colin. Un immenso grazie per aver condiviso la vostra storia che potrà essere di aiuto a molte altre persone.

Spettro autistico, didattica nella scuola primaria

Come dice la dott.ssa Monia Gabaldo, tutti noi apparteniamo a una vasta fascia di neuro-atipicità, ognuno presenta sfumature proprie; per una scuola migliore le differenze andrebbero valorizzate all'interno del gruppo classe. 

giovedì 8 aprile 2021

Comprensione del testo nella scuola primaria

Ecco una scheda di comprensione del testo adatta ai bambini della scuola primaria. Questa lettura inoltre sarà di stimolo per conversazioni e approfondimenti sul tema della crescente povertà in tempi di coronavirus.

sabato 3 aprile 2021

Autismo e differenti sistemi cerebrali

Vi voglio presentare una grande donna: si chiama Monia Gabaldo. È un medico genetista, pediatra, moglie e mamma di 3 bambini con disturbo dello spettro autistico, a livelli differenti.

Guardare i suoi video sarà certamente utile a genitori e insegnanti di sostegno. In questo primo video che vi propongo, Monia ci spiega in parole semplici come nell'ambito dello spettro autistico, sia possibile trovare un'infinità di sfumature, che rendono ogni bambino diverso da un altro, e di conseguenza anche il tipo di terapia deve essere diverso e strutturato ad hoc, perché ciò che è benefico per qualcuno, non si presta per qualcun altro.
Infatti, i sistemi operativi cerebrali sono diversi e necessitano di programmi diversi per poter ottenere le prestazioni desiderate.

In un bambino con autismo sono comunque presenti le facoltà mentali per poter ottenere delle prestazioni, ma poiché il suo sistema operativo è differente (e sconosciuto) sarà necessario trovare o costruire opportunamente un software in grado di farlo funzionare. Come nell'approccio cognitivista della psicologia, la mente è paragonata a un computer che elabora le informazioni, ma bisogna sottolineare che non tutti i computer sono uguali e neppure i loro sistemi operativi.

venerdì 2 aprile 2021

Interpretare le sfumature dello spettro autistico

Oggi, 2 aprile, è la giornata mondiale di consapevolezza sull'autismo.
Impegniamoci, per quello che possiamo, a sfidare l'isolamento dovuto a una forma di neurodiversità.
A chi desidera un approfondimento per comprendere meglio le tante sfumature dello spettro autistico, consiglio l'appassionante libro "Il bambino che parlava con la luce". L'autore è lo psicologo Maurizio Arduino che da oltre vent'anni lavora al fianco di bambini e famiglie con queste problematiche., in qualità di responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) di Mondovì, in provincia di Cuneo.
Il libro è una raccolta di quattro storie con bambini molto diversi fra loro, ma che hanno in comune le difficoltà di comunicazione  e di interazione sociale.
Questa lettura è molto arricchente per insegnanti e genitori che vogliano capire più a fondo i disturbi dei bambini che hanno evidenziato un neurosviluppo atipico con compromissione sociale.
Sarà molto utile imparare a interpretare i loro stati emotivi per alleviare il loro disagio e aiutarli nella crescita affinché possano trovare una strada per imparare, con i loro tempi, a interagire con il mondo.

Lacrime di commozione e lacrime di rabbia

È curioso sapere che le lacrime di nostalgia e commozione hanno una composizione chimica diversa rispetto alle lacrime di rabbia. Lo hanno dimostrato delle ricerche nell'ambito della chimica emozionale.
Gli appassionati di neuroscienze, a questo proposito possono leggere il libro: Molecole di emozione della scienziata (premio Lasker) Candace Pert.

CAA - gesti che esprimono emozioni e sentimenti

Ecco una scheda per parlare di gesti che esprimono stati d'animo, come volersi bene.

CAA - azioni silenziose e azioni rumorose

Questa scheda può essere utile a chi cerca immagini per sostenere bambini con bisogni comunicativi speciali. Inoltre può essere utilizzata per tutti i bambini con il gioco dell'intruso.
la consegna in questo caso è: cerchia le immagini che rappresentano azioni silenziose, cioè quelle che non prevedono la produzione di suoni o rumori.
Far notare ai bambini la differenza tra sorridere (azione silenziosa) al contrario di ridere fragorosamente. Analogamente si può piangere in silenzio oppure piangere strillando come fa un neonato.

giovedì 1 aprile 2021

CAA - le azioni

Questa scheda potrà essere utile alle/agli insegnanti che lavorano con bambini che hanno problemi comunicativi, per esempio bambini non sindrome dello spettro autistico. 

Tuttavia può essere utilizzata anche per bambini neurotipici.
La consegna è: osserva le immagini riferite alle azioni e cerchia quelle che si svolgono in movimento.
Facciamo notare che ci sono azioni dinamiche e altre che consideriamo più statiche come riposare, studiare, specchiarsi, abbracciare; infatti queste ultime richiedono movimenti minimi.

La comprensione del testo nella scuola primaria

Scheda per lavorare sulla comprensione del testo con i bambini della scuola primaria. 

De Bono e i Sei cappelli per pensare

Edward De Bono (Malta 1933) è medico e psicologo, nonché studioso e autore di moltissimi libri a carattere divulgativo sui temi della mente delle sue potenzialità.
È l'ideatore del concetto di "pensiero laterale" che è un neologismo nato per identificare il pensiero divergente in antitesi al pensiero consequenziale logico-razionale (detto anche lineare).
È considerato una autorità nell'ambito del pensiero creativo.
È anche ideatore del Programma di Pensiero CoRT per le scuole, che è un programma parecchio utilizzato a livello internazionale per promuovere le abilità di pensiero.

I suoi libri più noti sono Il meccanismo della mente e Sei cappelli per pensare.

Il Meccanismo della Mente

In questo libro Edward De Bono descrive come la rete nervosa del cervello si comporta seguendo schemi fissi secondo un sistema auto-organizzato. Partendo da queste basi di carattere scientifico, De Bono ha forgiato la sua metodologia sulle abilità del pensiero.

Sei cappelli per pensare

In questo libro Edward De Bono spiega come in molti ambiti (lavorativi o scolastici) possa essere utile per condurre gruppi di lavoro condividere idee e progetti in maniera pacata e rispettosa esaminando la situazione sotto vari punti di vista, valutando pro e contro, ipotizzando nuovi percorsi inesplorati.
I sei cappelli sono simbolici e vengono utilizzati con le modalità di seguito esposte.

Differenza tra temperamento, carattere, personalità


Il temperamento è qualcosa che abbiamo fin dalla nascita, quindi ha una base biologica legata al nostro cervello. È possibile essere predisposti all'ottimismo, oppure al pessimismo o essere ciclotimici (oscillanti tra entusiasmo e sconforto).


Il carattere si plasma in relazione all'ambiente in cui viviamo, all'educazione e alla formazione che riceviamo, sulla base del temperamento innato.

La personalità è risultato finale determinato dal connubio di temperamento e carattere. Il rapporto mente-corpo è imprescindibile nella strutturazione della personalità di ogni individuo. Nell'adolescenza la personalità è ancora in via di formazione e si può considerare del tutto strutturata con l'età adulta.