lunedì 25 gennaio 2016

Il mondo fantastico di Chagall e i bambini

Marc Chagall dipinge un mondo fantastico che ben si accosta alla fervida immaginazione dei bambini e ne stimola ulteriormente la fantasia.


giovedì 21 gennaio 2016

Filastrocca delle emozioni primarie

Filastrocca delle emozioni
volo insieme agli aquiloni.

Si avvicina una zanzara
alla luce della lampara
non vorrei che mi pungesse
e che male mi facesse
il dolore non piace a nessuno
risulta sempre inopportuno.

Se mi trovo nel trambusto
mi viene su pure il disgusto
ho paura dei fantasmi
mi fan venire anche gli spasmi.

Ma che rabbia aver paura
non vorrei far brutta figura
vedo espressioni di sorpresa
se mi vedono indifesa.

Quando mi sento serena e felice
prendo i colori e divento pittrice
sorrido con tanta gioia
non ricordo nemmeno la noia.

© Vivacemente

Questa filastrocca è utile per ricordare i nomi delle sei emozioni primarie. 

La memorizzazione attraverso la "conversione grafica"

Tra le varie tecniche mnemoniche c'è quella denominata  "tecnica di conversione grafica". Consiste nell'associare un'immagine a un numero. La sua validità sta nel fatto che la nostra mente registra molto meglio le immagini che i numeri, in quanto esse rimangono impresse come fotografie.

Essa viene utilizzata per fissare nella mente alcune date importanti, numeri di telefono, combinazione della chiusura della valigia, password, e altri dati che non necessitano di alcuna comprensione ma solo dell'immagazzinamento puro del dato.

Nella prima scheda viene proposta un codice di conversione utile per capire come funziona il meccanismo e per iniziare ad allenarsi. 
Nella seconda scheda ogni bambino è invitato a creare un suo codice di conversione. Quindi questo lavoro, ancor più che per rafforzare la memoria, è utile per sviluppare il pensiero creativo. 
Infatti, ogni bambino dovrà imparare a trovare una strategia, quindi una strada semplice adatta al suo modo di pensare e percepire il mondo. Getterà le prime basi per imparare a organizzarsi in modo creativo e consapevole.


mercoledì 13 gennaio 2016

Come spiegare ai bambini il significato della Giornata della Memoria

Per spiegare ai bambini il significato della Giornata della Memoria, propongo di iniziare con la lettura di un brano, dopo il quale verranno spontanee domande e approfondimenti.
Il brano che ho selezionato per voi, e che trovate in questo blog, è tratto dal racconto IL CANE di Eric Emmanuel Schmitt.
Questa storia è ambientata ad Auschwitz, proprio il giorno 27 gennaio, giornata scelta per commemorare l'Olocausto (meglio definirlo Shoah).
Il 27 gennaio del 1945 vennero chiusi i cancelli del campo di concentramento ad Auschwitz e i sopravvissuti, ormai liberi, senza forze, senza cibo e abbandonati a loro stessi, iniziarono il loro cammino verso una nuova vita...

Secondo il parere dei pedagogisti è bene non parlare ai bambini presentando scene cruente e troppo impressionanti, ma in virtù della loro età e sensibilità, è meglio essere cauti seppur sinceri.

Nel brano che ho scelto viene presentato il quadro di quel fatidico giorno, scenari desolanti, ma all'orizzonte appare anche la speranza e la voglia di ricominciare, illuminata dalla tenera storia di affetto tra un cane e un superstite che fanno amicizia e affrontano insieme freddo e fame...

Le parole palindrome

Le parole palindrome sono quelle che si possono leggere, indifferentemente, da sinistra a destra e da destra a sinistra.
Ecco alcuni esempi:
ADA
ANNA
AVA
SOS
OTTO
OSSO
RADAR
INGEGNI

Le frasi palindrome

Non solo esistono parole che possono essere letto in un verso o nell'altro. Esistono anche frasi che non cambiano sia che si leggano da sinistra a destra, che da destra a sinistra.
Ecco alcuni esempi:
ERAN I MESI DI SEMINARE
ERA TIMIDA ADA AD IMITARE

Le parole panvocaliche, scuola primaria

Le parole panvocaliche sono quelle parole che contengono tutte e cinque le vocali.
Ecco alcuni esempi:
abbrustolire
abbrutimento
acquedotti
aiuole
aquilone
auditore
esaurito
evolutiva
fanciullesco
fraudolenti
importunare
ipotenusa
nebulosità
superattico
tafferuglio
tagliuole
ubriacone
yogurtiera
zoppicature

Qual è la differenza tra acrostici e acronimi?

lunedì 11 gennaio 2016

Giornata della memoria - Se questo è un uomo

Se questo è un uomo è il titolo di un'opera di Primo Levi scritta tra la fine del 1945 e gennaio del 1947. Rappresenta la coinvolgente testimonianza dell'autore sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz.

I seguenti versi fanno da preludio al romanzo di Primo Levi  che, con la sua opera, intende sollecitare i lettori a riflettere sullo sterminio dei lager nazisti.

Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

venerdì 8 gennaio 2016

Fiaba illustrata per bambini dai 6 anni... fino ai 100

Abbiamo sempre bisogno di storie per sognare e infondere la pace...                                                             Formato: 17,5 x 25 cm

  Pagine: 58
Prezzo: € 9,24 (Acquistabile solo online, su Amazon)

Ebook acquistabile su Amazon, Google Play, Smashwords, iTunes, Kobo, laFeltrinelli, inMondadori, Nook.

Autore: Vanessa Navicelli -
visita il suo sito www.vanessanavicelli.com

“Dedicato ai bambini. E a quegli adulti che proveranno sempre a rendere il mondo un posto migliore.”

È un giorno speciale in un piccolo paese di collina.
È il giorno in cui si sposa la figlia del sindaco, e tutti sono pronti a festeggiare.
Ma all’improvviso… Un sottomarino da guerra si materializza nella piazza centrale!
Da dove è sbucato?! Come ha fatto ad arrivare fin lì… senz’acqua?!
Ci vorrà un po’ per capire che il responsabile è lo strambo capitano che ha deciso di dichiarare guerra al paesino di collina.
Cosa verrà fuori da questa matta situazione?
Cosa succederà quando il capitano (rimasto solo nelle profondità dei mari per tanto tempo) inizierà a conoscere gli abitanti del paese?
Una storia a sfondo pacifista, umoristica, di scoperta di sé e del mondo che ci circonda.
Una storia d’integrazione. Buffa, tenera e surreale.
Una storia per sorridere e riflettere, parlando di amicizia, pasticcini, baci e sorrisi.
Perché un’altra vita (… un’altra via) è sempre possibile.

lunedì 4 gennaio 2016

Ciclo dell'acqua spiegato ai bambini

L'acqua è in continuo movimento e segue un percorso che si ripete nel tempo.
È importante che fattori ambientali negativi, come l'inquinamento e il surriscaldamento della Terra, non vadano ad alterare questa naturale ciclicità creando scompensi dannosi.

La Befana nella tradizione popolare

Illustrazione di Pucci Violi
La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
viva viva la Befana!

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con la scopa di saggina
viva viva la nonnina!

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con la gerla sulle spalle
e le toppe rosse e gialle!

domenica 3 gennaio 2016

Filastrocca sulla Befana

Prepariamoci all'arrivo della Befana

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
con le toppe alla sottana
viva viva la Befana!

Con la scopa di saggina
viva viva la nonnina!
Viene, bussa e scappa via,
la Befana è amica mia!

Deve sempre ripartire
è un giro a non finire.
Che fatica decollare,
ma dai bimbi deve andare.

Si è strappata la sottana
è tutta a pezzi la Befana!
Sembra proprio tanto stanca
più si affanna e più si sfianca.

Sulla scopa si è accasciata,
poi fa una rovesciata
ma riprende a volare
sovrastando monti e mare.

sabato 2 gennaio 2016

Il cuore e l'apparato circolatorio spiegato ai bambini

Attraverso queste due schede sarà semplice e divertente spiegare, ai bambini della scuola primaria, come funziona il cuore e come è composto l'intero apparato circolatorio.

Illustrazioni di Maria Mantovani
La circolazione del sangue spiegata ai bambini.

Apparati e organi del corpo umano

Ecco due schede sugli apparati e gli organi del corpo umano, con spiegazioni e disegni adatti ai bambini della scuola primaria.