Vivacemente insieme

Vivacemente insieme

venerdì 22 settembre 2017

La scoperta del quinto gusto: umami

A completare i quattro gusti apprezzabili dal palato umano (dolce, amaro, acido, salato) è stato aggiunto, non molti anni fa, il quinto gusto chiamato umami.
La sua esistenza ipotizzata agli inizi del 1900 in Giappone è stata in seguito smentita e solo in tempi più recenti confermata. Per intenderci, si tratta di un sapore rappresentato dal gusto intenso del brodo. Anche il parmigiano ha gusto umami.

Illustrazione di Maria Mantovani

I quattro gusti

Ecco i quattro gusti apprezzabili dal palato umano: dolce, amaro, acido, salato.

Filastrocca con parole contenenti GL

Lavoretto col contenitore delle uova

Cornicette divertenti per bambini

mercoledì 20 settembre 2017

Come spiegare ai bambini le emozioni primarie

Guidare i bambini in un percorso atto a comprendere e gestire le emozioni, significa aiutarli a:
- capire loro stessi e il modo di esprimersi
- comprendere gli altri e a relazionarsi meglio nei vari contesti
- gestire le ansie e le paure
- utilizzare l'intelligenza emotiva per sviluppare doti come intuizione e pensiero creativo.

Ecco una scheda utile per spiegare ai bambini le emozioni primarie.

Comprendere la differenza tra emozioni e sentimenti

Aiutare i bambini a comprendere la differenza tra emozioni e sentimenti, significa aiutarli a sviluppare la loro intelligenza intrapersonale e interpersonale (che insieme costituiscono l'intelligenza sociale). Queste abilità sono importanti per rapportarsi in maniera equilibrata con gli altri in qualsiasi contesto sociale.
I bambini che incontrano difficoltà a comprendere le emozioni e a gestirle vanno aiutati e sostenuti ancora più degli altri che dimostrano un maggior livello di empatia. I bambini meno empatici e con difficoltà a cogliere gli stati emozionali, vanno eventualmente indirizzati a psicologi esperti al fine di individuare eventuali caratteristiche assimilabili a un quadro Asperger.
Per saperne di più consulta l'etichetta:  

Una piacevole sorpresa

La più repentina delle emozioni


La sorpresa è un'emozione improvvisa e di breve durata. Viene innescata da un evento del tutto inaspettato. Ci infiamma per poi dissolversi in fretta.

Lo stupore di fronte a qualcosa, di cui siamo totalmente impreparati, può essere determinato da qualcosa di positivo o negativo. 
Anche quando la sorpresa mostrerà l’aspetto positivo (amici nascosti dietro al divano per una festa di compleanno) ad alcuni resterà addosso una sensazione di imbarazzo dovuto al disagio che si prova nel non sentirsi più padroni di se stessi.
Il tratto singolare della sorpresa è proprio la sensazione di distacco da sé, accompagnata dalla mancanza di controllo del proprio corpo. Infatti spesso si generano reazioni strane che ci possono far apparire ridicoli: gli occhi si sgranano, le pupille si dilatano, la sopracciglia si inarcano, la bocca si spalanca.
Darwin ci dimostrò che, anche se a noi piace l’idea di essere alla guida dei nostri corpi, in realtà molto siamo più simili a semplici passeggeri.

Non bisogna deridere chi ha paura

Che cosa sono le Life Skills?

Le Life Skills sono una gamma di abilità che coinvolgono l'intelligenza intrapersonale e interpersonale.
Ne sono state identificate 10, raggruppabili in 3 aree:
emotive, relazionali, cognitive.
Ecco un mandala per schematizzare in maniera efficace le Life Skills.

martedì 12 settembre 2017

La storia di Cristoforo Colombo spiegata ai bambini

Illustrazione di Maria Mantovani
Cristoforo Colombo nacque a Genova nel 1451.
È stato un grande navigatore che contribuì a memorabili imprese e scoperte geografiche.
Nella sua più grande impresa salpò da Palos de la Frontera il 3 agosto 1492 per giungere nell'odierna San Salvador il 12 ottobre 1492.
Era alto, aveva il naso aquilino e gli occhi azzurri. Era loquace, affabile con gli estranei, dolce con i familiari. Aveva un cuore intrepido e una passione immensa per il mare e la navigazione.
A solo quindici anni anni, aveva già raggiunto in barca la Grecia, il Portogallo, l’Inghilterra e persino l'Islanda. 
Talvolta, in quei lunghi viaggi, si era imbattuto nelle imbarcazioni dei pirati. Era davvero coraggioso e la vita di marinaio gli aveva fatto presto acquisire una buona esperienza.
Verso i trent'anni Cristoforo Colombo andò a vivere nel Portogallo, a Lisbona.

lunedì 11 settembre 2017

Viva i nonni

Iniziamo a pensare come festeggiare i nonni.
La loro festa è all'inizio di ottobre.

Per celebrare l'importanza del ruolo svolto dai nonni all'interno delle famiglie e della società in generale si è pensato di dedicare a loro una giornata che è il 2 ottobre.
Questa giornata in cui si celebra la Festa dei nonni è una ricorrenza civile introdotta nel nostro Paese con la Legge n. 159 del 31/07/2005.
Illustrazione di Pucci Violi

Sette proverbi di Renzo Pezzani

Illustrazioni di Pucci Violi

Proverbi sugli errori

Giochi enigmistici - rebus

venerdì 8 settembre 2017

Joseph, prigioniero del silenzio

Parliamo di disabilità. O per meglio dire parliamo di altre abilità, di talenti ed esperienze ottimali, che sono le grandi passioni che donano gioia e aiutano a vivere meglio superando le difficoltà.



mercoledì 6 settembre 2017

Come le emozioni si trasformano in sentimenti

Per completare il laboratorio sulle emozioni, è essenziale spiegare anche come le emozioni si trasformano in sentimenti. Capire questi meccanismi, spiegandoli in maniera semplice con esempi tratti da episodi della vita quotidiana, è utile affinché i bambini imparino ad esercitare l'autocontrollo necessario per una vita sociale armoniosa in mezzo agli altri.


Un contenitore per ogni emozione

Insieme ai bambini, visualizziamo ogni emozione primaria all'interno di un contenitore (o contesto simbolico).
Gioia (aiuola fiorita)
Paura (gabbia)
Rabbia (barattolo)
Disgusto (pozzanghera)
Sorpresa (arcobaleno)
Dolore (vaso di Pandora)

lunedì 4 settembre 2017

Rebus per bambini della scuola primaria

Lo struzzo, il più grande pennuto al mondo

Le uova di struzzo

L'uovo è la cellula sessuale femminile degli animali che si riproducono per via sessuata. 
Contiene nel suo le sostanze nutritizie necessarie al primo sostentamento e la prima sintesi proteica dell'embrione.
L'uovo degli uccelli è molto simile a quello dei rettili.

Dopo la fecondazione, i tempi di incubazione per arrivare alla schiusa sono variabili: 
16 giorni Quaglia
21 giorni Gallina
24 giorni Fagiano
26 giorni Faraona
28 giorni Anatra
28 giorni Tacchino
31 giorni Oca
42 giorni Struzzo

Le dimensioni ed il peso delle uova di struzzo variano sia nelle diverse sottospecie sia in base all'età della femmina.
Infatti, le più giovani depongono uova più piccole e più leggere.
In ogni caso, il peso dell'uovo è proporzionato al peso della femmina che lo depone e può  raggiungere i 2 kg.
Le uova vengono incubate dal maschio di notte e dalla femmina durante il giorno.
Le uova di struzzo sono color avorio.
Uovo di struzzo e uova di gallina

Filastrocca sulla scuola dell'infanzia

Tra poco ricomincia la scuola e ogni mattina rappresenterà per i bambini una nuova esperienza di condivisione e di crescita.
Il momento di prepararsi per andare scuola e il momento dell'arrivo vanno vissuti con piacevolezza e partecipazione, evitando situazioni di ansia e timore. 
L'accoglienza è molto importante e crea le basi per una permanenza serena, nella quale condividere piccole gioie e grandi percorsi di crescita.

Illustrazione di Pucci Violi

Illustrazione di Maria Mantovani

Filastrocca sulla accoglienza a scuola

Com'è bello andare a scuola
un po' si studia, un po' si vola.

Si vola con la fantasia
e il tempo scorre via.

Si gioca a scoprire il mondo
per conoscerlo da cima a fondo.

Si legge un bel racconto
si impara a far di conto.

Si scrive con attenzione
si studia con con passione.

Si getta un piccolo seme
si raccolgono i frutti insieme.

In classe si rafforza l'amicizia
ogni giorno è una magica delizia.

© Vivacemente

Favorire la solidarietà e la generosità

A scuola, ma prima ancora in famiglia, educare alla solidarietà, al rispetto, alla condivisione è un atto sociale di vitale importanza, affinché tutti si possa godere di pari opportunità per affrontare una vita serena e degna.
È fondamentale, quindi, crescere i bambini insegnando loro che è bello poter godere di determinate ricchezze, purché queste non siano solo nelle mani di alcuni, ma possano essere apprezzate da tutti.
In quest’ottica, tutti i bambini del mondo hanno diritto a nutrirsi in modo adeguato, a ricevere un’istruzione, a giocare serenamente, ad essere amati e compresi.
Una famiglia dove i bambini, già da piccoli, hanno un riferimento che rispecchia un modello di condivisione dei ruoli tra mamma e papà è sicuramente un buon punto di partenza. Inoltre, è importante fare in modo che eventuali cose superflue che desideriamo donare ai figli, vengano fatte apprezzare. È giusto, quindi, che i bambini abbiano almeno il tempo di desiderarle e che le vedano magari come un premio raggiunto per il loro impegno.
Sensibilizzare i piccoli affinché sappiano capire le problematiche delle persone più fragili di loro (per motivi di salute o per situazioni familiari difficili) è imprescindibile per creare nel gruppo (classe, società) quella forma di tolleranza e rispetto fondamentali in ogni comunità civile e democratica. 
Parlando di letteratura per l’infanzia, le fiabe più antiche avevano tutte una morale che poneva l’accento sull’importanza di porsi a fianco dei più bisognosi, in una visione di equità. 
L’orco o la strega, che hanno ferito i deboli, hanno trasmesso un messaggio semplice e chiaro: non bisogna approfittare delle persone fragili e indifese, chi lo fa commette una grossa ingiustizia che verrà punita.